Il pomodoro Piccadilly dei templi di Paestum diventa
una raffinata passata marchiata “Gusta Mè”.

Il brand è stato lanciato recentemente dalla Società agricola La Fortuna di Eboli (Salerno). L'impresa della famiglia Fortunato nasce trent'anni fa come società commerciale, diventando è una realtà produttrice che sta gettando le basi per trasformarsi, nei prossimi due anni, in un'Organizzazione di produttori. L'azienda opera nella zona tra Battipaglia e la Piana del Sele, con i terreni che distano poche centinaia di metri dai celebri templi di Paestum: tra campi di proprietà e quelli dei propri partner, La Fortuna opera su 180 ettari di colture protette e pieno campo seguendo l'intera filiera.

Piana del Sele, tra passato e presente con esperienza e professionalità

Il Territorio

L'azienda opera nella zona tra Battipaglia e la Piana del Sele, con i terreni che distano poche centinaia di metri dai celebri templi di Paestum: tra campi di proprietà e quelli dei propri partner La Fortuna opera su 180 ettari di colture protette e pieno campo seguendo l'intera filiera. I numeri che esprime questa fertile valle sono davvero notevoli: negli ultimi anni la produzione media è stata pari a 110 mila tonnellate di prodotto, che è il 65% circa della produzione nazionale, con un fatturato medio annuo di oltre 50 milioni di euro. Le aziende agricole interessate alla coltivazione della rucola sono 380 a cui vanno aggiunte le 35 imprese che curano la successiva fase di lavorazione, confezionamento e commercializzazione.

La Fortuna il Made in Italy per eccellenza

Ambiziosi gli obiettivi per la passata di pomodoro piccadilly coltivata in serra e raccolta a mano. La Fortuna ha sempre commercializzato frutta e ortaggi a marchio Gusto Italiano per dare risalto al Made in Italy – spiega a Italiafruit News il responsabile commerciale Damiano Fortunato - Con Gusta Mè vogliamo valorizzare la zona di produzione e far arrivare al consumatore finale il concetto reale di gusto. Gusta Mè è un invito a provare un prodotto unico di cui il consumatore non si pentirà: una passata di pomodoro 100% naturale, senza conservanti e acidificanti. E' l'occasione per scoprire come il piccadilly sia un pomodoro che si presta alla perfezione per la cucina mediterranea. La nostra passata è ottima sia come condimento per primi piatti con pasta fresca, sia come abbinamento di fondo a ortaggi quali melanzane lunghe e globose”. Il pomodoro piccadilly dei templi di Paestum è raccolto a mano, uno a uno, durante l'estate. La Fortuna ha lanciato questa linea di trasformato un po' per sfida, un po' per differenziare la propria produzione. “Ci rivolgiamo soprattutto a gastronomie e ristoranti che sappiano esaltare il prodotto – rimarca Fortunato – Alcuni chef che l'hanno provato ci hanno fatti i complimenti, perché la nostra passata ben si adatta a un ampio ventaglio di applicazioni in cucina. Con Gusta Mè spingiamo sul ritorno alla tradizione del gusto, abbiamo lavorato molto sul packaging per comunicare l'invito che vogliamo fare al consumatore, all'insegna del provami e ritornerai. E' una proposta che sta riscuotendo interesse e questo ci fa ovviamente piacere”.